Di Me(gli)o non potevamo avere. Premio alla carriera Festival del Doppiaggio 2006 di Silvia Petitta e Tiziana Voarino

Di Me(gli)o non potevamo avere, il premio alla carriera durante il Festival   del   Doppiaggio 2006 . E’ iniziato il conto alla rovescia per la diciassettesima edizione del Festival Nazionale del Doppiaggio Voci nell’Ombra. Ci sembra opportuno dare spazio alle Targhe alla Carriera consegnate dal nostro Festival, che fino al 2011 hanno avuto come denominazione Targa Gualtiero De Angelis, in nome del grande doppiatore.  Ora la Targa alla Carriera ha preso il nome di Targa Claudio G. Fava per ricordare lo storico direttore artistico del nostro Festival. In totale sono quattordici riconoscimenti assegnati: gli omaggi ad Elio Pandolfi, Gianni Musy e Miranda Bonansea li potete già trovare qui nel nostro blog.

Insignita del premio dieci anni fa, nel 206, in qualità di direttrice del doppiaggio, attrice e doppiatrice Maria Pia Di Meo è assolutamente da celebrare e da ricordare. Classe 1939,  figlia d’arte di Giotto Tempestini e Anna di Meo, fin da bambina si avvicinò al mondo del doppiaggio, grazie al lavoro dei suoi genitori. Voce italiana di innumerevoli e amate attrici fra le quali Meryl Streep, Barbra Streisand, Audrey Hepburn, Julie Andrews, Joanne Woodward, Julie Christie Ursula Andress, Sandra Dee,  Shirley McLaine,  Susan Sarandon Sally Field, Jane Fonda, Faye  Dunaway,  Vanessa Redgrave,  Mia Farrow,   Romy Schneider,  Catherine Deneuve  Cher,  Tippi Hedren.

Divenne nota grazie alla tivù per il ruolo della dottoressa  Micaela Quinn,  interpretata dalla attrice britannica Jane Seymour,  ne ‘La signora del west’  andato in onda per sei stagioni per un totale di centocinquanta  episodi. Nel cinema di animazione Disney la ritroviamo nel ruolo della Principessa Aurora ne ‘La bella addormentata nel bosco’, di Anita Radcliff ne ‘La carica dei 101’ e nel ruolo di Mary Poppins, interpretata dalla attrice britannica Julie Andrews, sostituita nelle parti cantate da Tina Centi,  cantante ed attrice nel dopoguerra.  Interpretò  alcuni spot pubblicitari e si distinse nelle vesti della madre di Emilio Villari, nella serie televisiva ‘un medico in famiglia’. Tre i prodotti firmati dal regista e sceneggiatore Anton Giulio Majano  a cui  Maria Pia partecipò: ‘Una cattedrale per l’isola’, trasmessa il 2 novembre 1960; ‘Doppio gioco’, trasmessa il 17 dicembre 1971;‘Una ricetta infallibile’, trasmessa il 25 gennaio 1974.

Versatile interprete, arrivò nei teatri  di Milano  e di Roma  con il musical ‘la bella e la Bestia’ del  regista statunitense Glenn Casale.

Proprio in questi giorni Maria Pia di Meo ha festeggiato il suo compleanno e speriamo che questo omaggio  possa essere  un affettuoso augurio  affinché   la sua voce continui a far parte del nostro immaginario, almeno per quella parte che riguarda il mondo delle voci degli attori, sia voci proprie, sia voci donate con grande maestria.

Foto tratta da  www.antoniogenna.net