Quando la voce si tinge di giallo, Voci nell’ombra 1998, Miglior Voce Femminile per la sezione Televisione, ha ricevuto l’Anello d’Oro Alina Moradei: noi vogliamo ricordarla così. Fortunati ad averla incontrata e ad averla premiata. ‘AngelAlina’ si potrebbe chiamarla affettuosamente, per la sua voce ‘prestata’ a Dame Angela Lansbury, interprete della fortunata serie televisiva inglese The murder she wrote’, nota al pubblico italiano come la Signora in giallo, per una fusione dei loro nomi di battesimo. Anche per l’età, erano quasi coetanee. Alina ci ha lasciati da pochi giorni, a 88 anni, e Angela ha raggiunto il traguardo del suo novantesimo compleanno. La Moradei, nata a Chiavari nel ’28, si dedicò alla metà degli anni ’50 al doppiaggio, fu moglie dell’attore italiano Lucio Gherardelli, in arte Rama, celeberrimo nei suoi ruoli in Ritorna il tenente Sheridan (1963), Le inchieste del commissario Maigret (1964) – fondamentalmente sempre di giallistica si parla ed evidentemente il genere era già nel destino di Alina – per continuare con interpretazioni in La cittadella (1964), I fratelli Karamazov (1969) per citare alcune produzioni Rai fra le più evocative. Alina Moradei, doppiò anche in La bella e la bestia – il magico natale, visto che il personaggio di Mrs. Bric è proprio, nella versione Disney 1997 in originale, assegnato ad Angela Lansbury ( nelle parti vocali cantate viene doppiata da Maria Cristina Brancucci, Roma 1940, cantante italiana).
Voglio qui riportare alla memoria il mio personale colloquio telefonico avuto con Claudio G. Fava (insieme a Bruno Astori, fondatore di Voci nell’Ombra ) nel lontano 2007. In quell’occasione, volevo evidenziare il ruolo del doppiaggio e i suoi strumenti fondamentali, dal microfono agli effetti sonori, in un evento organizzato in quel di Pinzolo (TN), ove si andava a celebrare i cento anni della figura di Ian Fleming, i suoi celeberrimi racconti di J.Bond 007 e la giallistica, ricordando la famosa coppia della serie Uomo ombra con W.Powell e Myrna Loy. Nick e Nora Charles: lei ereditiera e lui ex investigatore privato, che si ritrovano ad indagare, insieme al cagnolino Asta, su delitti o rapimenti con protagonisti amici o parenti. I due protagonisti hanno ispirato successive coppie di coniugi-detective (spesso con un cane da compagnia), quali McMillan e signora del 1977 (McMillan&wife con Rock Hudson e Susan Saint James) e Cuore e batticuore1981(Hart to Hart con Robert Wagner e Stephany Powers). Il “fil jaune” non può che essere il filo conduttore di questo omaggio alla signora del giallo, Alina Moradei, che ci riporta alla mente il personaggio di Jessica Fletcher, che ci ha accompagnato e ci accompagna, nei casi da risolvere appassionando il telespettatore attratto dalla suspance della narrazione della puntata, catturato dalla particolare, accattivante, indistinguibile voce che tanto ce la fanno amare e ricordare,.